Una vita da copywriter… a Natale!

Una vita da copywriter… a Natale!

L’anno scorso avevo paura di aprire la partita IVA. Nella mia testa rimbombava questa frase “Oddio le tasse!”. Poi, fortunatamente, sono stata “costretta” a fare questo passo. Una volta aperta, mi sono chiesta perché non l’avessi fatto prima… In fondo, sì ci sono le tasse, ma da quel momento ho iniziato a guadagnare molto di più e molto di più di quello che mi sarei mai immaginata. Altro che tasse o lavoro fisso – ho pensato – … ho fatto proprio bene!

E così, da maggio dello scorso anno, arriviamo a Natale del 2016 in cui mi chiesi cosa avrei potuto fare per passare ad un livello successivo e guadagnare ancora di più… Prendere più lavoro? Vendere pubblicità sui miei siti? Dare lavoro ad altre persone? Tutte ottime soluzioni. Un brainstorming tra me e me iniziò e sembrava non avere fine, e forse è ancora in atto.

Ad oggi, un anno dopo, mi guardo indietro e penso a tutti i progressi che ho fatto e che ancora farò e sono fiera di me. L’unico problema è che il mio lavoro viene visto come un “non-lavoro”. Secondo molti, non è niente di serio…. “Scrivi… ma guadagni?”

 “Ma questo è davvero il tuo lavoro? E ti pagano?”

Ma, ehi!!! Adesso ho la partita IVA e molti mesi guadagno il doppio (e di più) di quello che guadagnano molte di quelle persone che pensano che io non abbia un vero lavoro… Che devo fare di più? Ti è mai capitato di trovarti in questa situazione?

Così, ci sono delle volte che comincio a chiedermi cosa dovrei fare per dimostrare loro in contrario. Ma poi mi chiedo… perché dovrei dimostrare qualcosa? L’importante è dimostrarlo a me. Tra l’altro, non amo vantarmi dei guadagni e/o dei miei successi e allora lascio tutto così e vado avanti per la mia strada. Con i paraocchi, ma voltandomi ogni tanto indietro.

Guardo spesso a quello ero qualche anno fa, a come ero arrabbiata con me e con la vita, mentre oggi – credimi – posso dire a tutti gli effetti che scrivere non è solo un passatempo. Può essere un lavoro che fa star bene e può essere un punto d’inizio, per arrivare a qualcosa di ancora più importante. A cosa? Ancora non lo so ma, in fondo, neanche uno o due anni fa lo sapevo, ed eccomi qua… una vita da copywriter. Così, non me la sarei mai aspettata.

Quindi, ne riparliamo fra un anno esatto! 😊

Buon Natale a chi ama scrivere, a chi pensa che una passione possa diventare un lavoro, a chi crede che il successo professionale venga da dentro di noi e non da una famiglia benestante, a chi sorride e a chi piange ma spera di sorridere al più presto. Buon Natale a chi è cambiato o a chi vuole cambiare per vivere meglio. Le parole non bastano di certo e, quindi, buon Natale a tutti.



Lascia un commento o condividi una tua opinione!