Video e ricerche vocali: ecco come cambia la SEO

Video e ricerche vocali: ecco come cambia la SEO

Bruce Clay, esperto statunitense di SEO, ci rivela il futuro delle ricerche effettuate tramite i motori di ricerca. Avrà ragione?

In uno dei suoi corsi, Clay, ribadendo l’importanza di un ottimo posizionamento sulle SERP, ha profetizzato che, tra circa due anni, Google fornirà per primi i video in risposta ad ogni query. Se ti stai chiedendo il perché di una tale scelta, è presto detto: è solo di natura economica. Infatti, come chiarisce Clay, molti video di YouTube costringono inevitabilmente l’utente a guardare gli spot pubblicitari. In pratica, si tratta di un cambiamento che potrebbe proporre un notevole risvolto economico ed è per questo che l’esperto SEO ritiene che Google abbia un vivo interesse ad elaborare risultati di ricerca basati principalmente sui video.

Ad ogni modo, è solo una profezia… Accadrà oppure no? Comunque vada, certamente non sarà un disastro per chi scrive invece di pubblicare video! Infatti, ci sono altri cambiamenti che potrebbero aiutarci…

Che dire delle ricerche vocali?

Oramai, si risparmia il tempo persino per scrivere due parole nella barra di ricerca di Google… e dobbiamo dire che questo conferma un fatto: il web è una realtà in perenne mutamento. Chi non si adatta rapidamente alle continue evoluzioni rischia di essere tagliato fuori.

Nuove modalità espressive e comunicative emergono di giorno in giorno, rendendo superati persino i più recenti trend e, in tema di nuove tendenze, non possiamo fare a meno di pensare alle ricerche vocali, che si stanno imponendo rapidamente, insidiando le tradizionali ricerche effettuate tramite digitazione.

L’utente effettua una ricerca vocale ed il motore gli restituisce il risultato adatto. Il vantaggio di questo tipo di ricerca è che spesso le parole chiave usate nella query sono più di una: in media tre o quattro. Pertanto, oltre a permetterci di usare delle parole chiavi più “conversazionali”, meno rigide e meno semplificate, potremo avere più chance per ottenere un valido posizionamento con le keywords: potremo riuscire a posizionarci bene per una sola… ma anche per tutte quante! Perciò, la SEO sta cambiando insieme alle ricerche, ma non è detto che poi vada così male!



Lascia un commento o condividi una tua opinione!