Ecco i video che verranno bloccati da Chrome 66

Ecco i video che verranno bloccati da Chrome 66

Con tutto quello che sta succedendo tra ads e nuovi algoritmi, i cambiamenti in arrivo nei prossimi mesi non saranno pochi e molti web marketer, web master, imprenditori e blogger ne risentiranno più o meno direttamente. Tuttavia, soprattutto quando si parla di campagne pubblicitarie e banner, la nostra soglia di attenzione merita di essere alzata un altro po’, in modo da non perdere tempo e denaro. In particolare per chi ha avviato o sta per attivare delle campagne di advertising con dei video, è utile sapere che i prossimi ad essere colpiti da tutti questi cambiamenti saranno proprio i video con l’audio in riproduzione automatica. Le eccezioni alle quali appigliarsi saranno poche: la nuova versione del browser di Google, Chrome 66, li bloccherà ogni volta.

Il nuovo Chrome arriverà il prossimo mese e a quel punto ci sarà ben poco da fare anche perché il browser farà tutto da solo. Perciò, potranno essere bloccati anche i video di presentazione presenti nei siti che, di default, partono direttamente con l’audio attivato. Per evitare che il browser blocchi i video è quindi necessario considerare l’autoriproduzione senza audio come impostazione predefinita. Ci sarà però un’eccezione per gli utenti che hanno già interagito con il sito o che, in precedenza, hanno già mostrato interesse per i contenuti multimediali del sito in questione: in questo caso, i video con audio già attivo non verranno bloccati.

Questa nuova funzionalità di Chrome (Autoplay Control) doveva già esserci per la versione n.64, rilasciata a gennaio 2018. Tuttavia, arriverà invece fra poco e, nel frattempo, è già possibile bloccare permanentemente l’audio dei video presenti su alcuni siti tramite alcune impostazioni che il browser memorizzerà e di cui terrà conto durante la navigazione (Impostazioni > Privacy e Sicurezza > Impostazione contenuti > Audio).

 



Lascia un commento o condividi una tua opinione!