Il mestiere del copywriter: non solo dolori!

Il mestiere del copywriter: non solo dolori!

Chi l’avrebbe mai detto? Guardando indietro e pensando a circa sei anni fa, sicuramente la persona che ero in quel periodo non avrebbe mai immaginato di essere qui a scrivere questo articolo e a parlare del mestiere del copywriter. Inoltre, c’è da dire che, prima di aprire questo blog, ho fatto un giro su Google e ho trovato tanto scoraggiamento da parte di tante persone che scrivono… Sinceramente, se fossi stata una persona alle prime armi, non avrei mai cominciato. Si sarebbe distrutto il mio sogno e avrei cambiato direzione… non pensando minimamente alla scrittura!

Sì, è vero che lo scrivere è spesso un’attività sottovalutata e che potrebbe essere retribuita meglio ma, come in tutte le cose, dobbiamo giocare d’astuzia: fare la gavetta e poi darsi da fare per salire e fare la differenza.

All’inizio, ho scritto articoli lunghi per un euro e non me ne vergogno. Lo facevo perché sentivo che era la mia strada e perché mi piaceva molto. Più lo facevo e più l’amore per la scrittura aumentava. Diventavo più veloce, conoscevo nuovi termini e imparavo a trattare nuovi argomenti. Questa è la gavetta. Di certo è povera, ma se ti piace, è giusto iniziare a scalare quella montagna, per arrivare a fare davvero la differenza. Se poi consideriamo che, fino a qualche anno fa, un’apprendista parrucchiera iniziava con 3,24 € l’ora, dovendosi anche muovere da casa e dovendo spendere per mangiare fuori, possiamo dire che il passo è breve e che, se ti ci metti d’impegno… il sorpasso è ancora più facile.

Non solo copywriter…

Insomma, si sale anche mestiere del copywriter. Come è giusto che sia. Anche io passai un po’ più su e approdai su Melascrivi. Le prime settimane fu dura, ma poi mi resi conto che, insieme agli altri lavori, tutto sommato me la potevo cavare bene e arrivare ad uno stipendio normale, un po’ sudato ma carico di soddisfazione e sempre con a portata di mano un buon caffè gigante. Poi, quando su Melascrivi arrivi a 4 stelle, gli articoli sono pagati molto ma molto meglio. Hai una scadenza e delle linee guida, fai del tuo meglio e a volte vorresti litigare con i proofreader o con gli editori ma, tutto sommato, va bene… ma ancora non benissimo.

In seguito, dobbiamo dire che tanti professionisti e aziende hanno capito quanto è importante avere un blog e, perciò, i prezzi sono saliti e la domanda è aumentata. Ad oggi, non a caso, i professionisti che si occupano di web marketing e della realizzazione di siti web sono moltissimi. I servizi offerti sono numerosi e, tra questi, troviamo anche quello del copywriting, della correzione bozze e di tutto ciò che riguarda i contenuti. Perciò, c’è posto per noi, tanto. E ci sono tante digital agency valide e molto attive, che si occupano di offrire alle aziende un’ottima presenza online e una vincente promozione, e che hanno bisogno di chi ama il mestiere del copywriter.

Possiamo occuparci di blog, della scrittura di ebook e/o guide, della redazione di script per video e/o presentazioni aziendali… Possiamo scrivere insomma e possiamo farlo alla grande, per tante web agency che, a loro volta, hanno altrettanti clienti.

A quel punto, non resta che crescere, non credi?

Una volta arrivati a questa base, chi ha scelto il mestiere del copywriter non deve necessariamente fermarsi. Infatti, può cercare e mantenere i clienti giusti, per poi offrire loro qualità e personalità. A quel punto, in quaranta minuti è possibile prendere come minimo quello che un dipendente prende in un’ora e salire pian piano e relativamente al tipo di lavoro da portare a termine e/o all’argomento da trattare. In contemporanea, possiamo contare su un minimo di costi per gli spostamenti e il cibo, in particolare se si lavora a casa.

Possiamo inoltre scrivere ebook e venderli in completa autonomia su Amazon o magari su Clickbank; possiamo aprirci dei blog, farli crescere e monetizzarli al meglio… Ci vuole impegno e costanza, lo so, ma quando amiamo la scrittura… fare tutte queste cose ad essa connesse, non ci travolgono più di tanto.

Continua dopo l’immagine…

Andando avanti, il lavoro può aumentare e puoi quindi collaborare con qualcuno a cui magari puoi insegnare il mestiere, guadagnando comunque di più e lavorando di meno.

Sinceramente, non so quali sono le altre idee che mi verranno andando avanti con il lavoro, ma ciò che è certo è che il mestiere del copywriter nasconde mille sfaccettature che a volte aspettano solamente di essere scoperte.

 



Lascia un commento o condividi una tua opinione!