La curiosità? Un ottimo modo di vivere! Ecco il perché…

La curiosità? Un ottimo modo di vivere! Ecco il perché…

Molte persone vedono la curiosità come una qualità tipica dei bambini o come un atteggiamento che può risultare fastidioso. Pensarla così potrebbe anche essere sensato sotto qualche punto di vista, ma la verità è che gli studi dimostrano che la curiosità è un ottimo modo di vivere e di approcciarsi alla quotidianità. Ma perché?

La curiosità, le personalità, lo stile di vita e l’apprendimento

Essere curiosi è una caratteristica della personalità di qualcuno, ma può persino diventare un modo di vivere e un atteggiamento che tutti possono mettere in atto, al fine di poter migliorare la propria vita giorno dopo giorno. Questa non è fantascienza, ma il risultato di ricerche specifiche…

Per capire l’importanza della curiosità, basta guardare i bambini. Grazie al loro essere curiosi, riescono ad imparare ogni giorno delle cose nuove.

Quindi, la curiosità è un aspetto fondamentale nello sviluppo e nella crescita di un bambino, che non deve necessariamente terminare con l’arrivo dell’età adulta. Ovviamente, crescendo, abbiamo un modo differente di utilizzare la curiosità, ma non per questo dovremo frenarla.

È stato appurato che il cervello è in grado di apprendere più velocemente ed efficacemente, se viene stimolato dalla curiosità. Non a caso, molti insegnanti utilizzano dei metodi di insegnamento decisamente persuasivi, proprio per stimolare la curiosità dei propri studenti… Questo li porta a memorizzare la lezione più velocemente e a far “accendere la scintilla” dell’interesse. Perciò, sicuramente è un ottimo punto d’inizio a qualunque età, non credi?

 

Secondo alcuni studi, la curiosità è persino capace di rallentare il naturale invecchiamento dell’organismo. Perché? Perché si tratta di un esercizio mentale, che mantiene le nostre capacità cognitive costantemente stimolate e in attività. Tutto questo ci porta conseguentemente a migliorare le nostre giornate e i nostri rapporti interpersonali, riducendo così i livelli di stress e i tanti problemi della vita che, purtroppo, ci fanno invecchiare anche troppo presto!

Pensi ancora che la curiosità sia un “male” per i “grandi”?

Non farlo. Smetti di trattenere la tua. E ricorda… Se non fosse stato per la curiosità, non ci sarebbero state tutte le scoperte di cui possiamo beneficiare adesso!

Fortunatamente, chi scrive dev’essere un po’ curioso e lo stesso vale per tutti coloro che lavorano utilizzando il web come mezzo di comunicazione.

Ad ogni modo, ricordati che, al giorno d’oggi, TUTTO può stimolare la nostra curiosità, anche una falsa notizia, con un titolo cattura click, trovata su Google o sui social. L’importante è spingere la nostra curiosità verso qualcosa che ci lasci valore, valide informazioni, buone sensazioni e che possa aiutarci a migliorare sia professionalmente che come persone.

La sana curiosità è il nostro istinto che parla e che vuole guidarci da qualche parte… non sottovalutarlo!

Come dice Einstein…

“La cosa importante è non smettere mai di domandare. La curiosità ha il suo motivo di esistere. Non si può fare altro che restare stupiti quando si contemplano i misteri dell’eternità, della vita, della struttura meravigliosa della realtà. È sufficiente se si cerca di comprendere soltanto un poco di questo mistero tutti i giorni. Non perdere mai una sacra curiosità.”



Lascia un commento o condividi una tua opinione!