Instagram dice (ancora) NO al bullismo e lo fa con l’intelligenza artificiale

Instagram dice (ancora) NO al bullismo e lo fa con l’intelligenza artificiale

Come annunciato in un post ufficiale, in tutto il mondo arriva un avanzato filtro anti-bullismo, ad opera degli sviluppatori di Instagram. Utilizzando l’intelligenza artificiale si può davvero fare di tutto (o quasi)!

Sono troppi coloro che sentono di poter scrivere ciò che vogliono, senza moderarsi e senza pensare a chi è dall’altra parte: maleducazione, rabbia, critiche pesanti, minacce e attacchi offensivi all’aspetto, alla vita e al carattere di una persona sono all’ordine del giorno e spesso colpiscono negativamente anche chi non c’entra niente. Gran parte degli utenti del social sono contro questo tipo di comportamento e Instagram dimostra un notevole supporto nei nostri confronti e una valida azione di “pulizia” proprio grazie a questo filtro anti-bullismo.

Come funziona il filtro-antibullismo

Quest’ultimo risulta attualmente attivo in tutto il mondo e può anche essere disabilitato dalle impostazioni. Funziona in automatico ed è in grado di identificare le offese, affrontando così il problema del bullismo anche sulla piattaforma dove, attualmente, i giovanissimi attivi sono a dir poco numerosi. Grazie all’apprendimento automatico, vengono individuati tutti i commenti razzisti e offensivi, in maniera tale da impedirne la visualizzazione. Purtroppo, ce ne sono davvero tantissimi e colpiscono anche i profili con milioni di followers, ma l’intelligenza artificiale del filtro anti-bullismo di Instagram può fare già la differenza.

Purtroppo, al momento riesce a bloccare solamente i commenti offensivi in lingua inglese, ma a breve verranno introdotte anche altre lingue. Questo filtro è basato su DeepText, ovvero un sistema di controllo elaborato da Facebook, che usa reti neurali profonde, apprendimento automatico e numerose funzioni all’avanguardia utili ad analizzare il contesto di una frase.

Kevin Systrom, CEO e co-fondatore del social, dice “dal momento che Mike e io abbiamo fondato Instagram, il nostro obiettivo è stato renderlo un luogo sicuro per esprimere se stessi e promuovere la gentilezza all’interno della comunità. Questo aggiornamento è solo il prossimo passo nella nostra missione per mantenere questa promessa”. E noi speriamo vivamente che sia così!

 



Lascia un commento o condividi una tua opinione!