Google Speed Update: vincerà (di nuovo) la velocità di caricamento delle pagine web

Google Speed Update: vincerà (di nuovo) la velocità di caricamento delle pagine web

È già stato annunciato che si darà un maggiore valore a tutti i siti mobile-friendly e meno ai siti che non sono compatibili con i piccoli schermi o facilmente navigabili dai dispositivi mobili. Ma, adesso, Google annuncia che dal mese di luglio 2018, tra i principali parametri di indicizzazione per il settore mobile, ci sarà la velocità di caricamento della pagina. Sicuramente, non ci sorprende e certamente avevamo pensato a questo già da tempo, ma da Mountain View ci ricordano che, quando approdano sul motore di ricerca, le persone desiderano trovare una risposta ai loro quesiti, bisogni e problemi… in un batter d’occhio! E non possiamo dire che non sia così.

Dal desktop al mobile

La velocità di caricamento delle pagine è già da tempo un requisito di indicizzazione per quanto riguarda la navigazione da desktop e, adesso, lo sarà quindi anche per il mobile. Pertanto, agli occhi di Google risulteranno (ancora una volta) più autorevoli e di qualità le pagine web più veloci. Saranno quest’ultime ad avere un migliore posizionamento.

Questo sistema di indicizzazione è stato chiamato Speed ​​Update e sarà applicato a tutte le pagine, spingendo verso il basso tutti quei siti che ci mettono troppo tempo per caricarsi. Ad ogni modo, da Google ci fanno sapere che verranno comunque ben posizionate persino quelle pagine più lente, ma che però presentano dei contenuti estremamente rilevanti per la specifica ricerca effettuata dall’utente.

Cosa fare?

Con questi presupposti, è ovvio che sarà molto utile mettere le mani avanti ed effettuare le operazioni necessarie per aumentare la velocità di caricamento delle pagine, nonché darsi da fare con l’uso di parole chiave correlate e/o con volumi di ricerca non troppo ampi, e con la redazione di articoli che possano fare la differenza.

Con lo Speed Update in vista, Google ci consiglia di usare alcuni strumenti come:

L’esperienza di navigazione degli utenti è molto importante per il motore di ricerca e, dopo i vari Quality Update e l’annuncio dell’integrazione dell’Adblocker, ce lo riconferma con questo Speed Update: se non deludiamo i nostri visitatori, non deludiamo neanche Google!

 



Lascia un commento o condividi una tua opinione!