Addio a Google+, è ufficiale

Addio a Google+, è ufficiale

Durante il prossimo anno, Google+ verrà chiuso definitivamente agli utenti. A comunicarlo è la stessa azienda di Mountain View. La comunicazione è stata fatta dopo che il Wall Street Journal ha scoperto una falla nel sistema, che avrebbe messo a rischio i dati di ben 500mila utenti.

Il bug

Se hai un account Google+, potresti essere tra il numero di persone colpite da questo bug che mette facilmente in luce dati sensibili come età, genere, occupazione, indirizzo e-mail e addirittura l’indirizzo di casa. La società è stata colpita per mesi da questo bug e, a detta degli esperti del Wall Street Journal, nonostante ne fosse consapevole non lo ha mai espresso pubblicamente, per non rischiare di infangare il proprio nome. Il problema è stato comunicato solo poco tempo fa, nel momento in cui dovrebbe essere stato totalmente risolto.

Il (reale) motivo della chiusura

Google+ nasce nel 2011 per contrastare Facebook, ma non ha mai raggiunto il medesimo successo di questo social: nonostante gli scandali che hanno colpito più volte Mark Zuckerberg, come ad esempio quello di Cambridge Analytica, Facebook non ha mai smesso di essere sempre molti gradini sopra a Google+. Pertanto, salutiamo il social di Mountain View e prepariamoci a non usarlo più (sempre se lo usavamo davvero!).

Non penso che a rimpiangerlo saranno in molti. Infatti, le statistiche affermano che il 90% degli utenti iscritti passa sul social meno di 5 secondi per sessione… Un po’ poco, non credi? Nei prossimi 10 mesi, Google+ chiuderà i battenti e resterà aperto solamente per le aziende, campo in cui (forse) rappresenta ancora una valida alternativa…

Sharing is caring!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *